Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione "Approfondisci"

Testi Raccomandati

- Il VALORE DEL DIRITTO - di Giacinto Auriti http://www.edizionisolfanelli.it/ilvaloredeldiritto.htm

- L’ORDINAMENTO INTERNAZIONALE DEL SISTEMA MONETARIO - di Giacinto Auriti http://www.edizionisolfanelli.it/ordinamentointernazionale.htm

- IL PAESE DELL' UTOPIA - di Giacinto Auriti http://www.edizionisolfanelli.it/ilpaesedellutopia.htm

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Amici il Governo italiano ci da la possibilità di inviare suggerimenti, se condividete il testo che segue fate copia e incolla e inviate quì
http://www.governo.it/scrivia/RedWeb_Form.htm


Gent.mo funzionario del Governo

chi Vi scrive non guarda la pagliuzza del piccolo spreco locale, ma guarda la TRAVE che genera tutti gli sprechi, la trave è la BCE che emette solo prestando, indebitando in modo perenne le nazioni.
NOI SIAMO PER LA PROPRIETÀ POPOLARE DELLA MONETA..

Riprendiamoci la proprietà dei nostri soldi

OGGI la NOSTRA MONETA nasce di PROPRIETA’ della banca che la emette prestandocela

Noi vogliamo che nasca di PROPRIETA’ dei CITTADINI e che sia ACCREDITATA ad ognuno come "REDDITO DI CITTADINANZA"

Per scrivere questa frase che è valida per tutte le monete in circolazione sono occorsi 36 anni di studi universitari ( tesi di laurea, convegni ecc.) presso l'ateneo di giurisprudenza di Teramo e "La Sapienza" di Roma.

La SOVRANITA’ MONETARIA va attribuita allo Stato, come quarto potere costituzionale, e tolta alla banca centrale.

La PROPRIETA’ della MONETA va attribuita al Popolo, che, per convenzione sociale le attribuisce il valore: ognuno infatti accetta moneta in previsione di poterla spendere a sua volta.

Si attua così il diritto sociale universale, come previsto dalla e del 2° co. Dell’ art. 42 della Costituzione. Riconosciuta la moneta di proprietà dei cittadini, lo Stato deve trattenere all’ origine, sin dall’ emissione, quanto necessario per esigenze di pubblica utilità, ELIMINANDO il 100% dei PRELIEVI FISCALI.

Il sovrastante testo continua quì http://www.simec.org/notizie-essenziali/51-moneta-al-popolo.html

Per maggiori info visitare i siti:
www.simec.org

Per SAUS TV cliccare quì di seguito http://www.youtubecom/user/ScuolaAuritianaSimec

Free Joomla templates by L.THEME